ARCIERI TURRIS MAIOR | Il maestro di tiro
781
page-template-default,page,page-id-781,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_non_responsive

Il Maestro di tiro

Fin da piccolo  appassionato di arte e pittura esegue dipinti e manufatti in terracotta, rame, ottone, cuoio; ha partecipato a diverse mostre d’arte e concorsi  artistici quali: “Concorso del presepe artistico”, “ Concorso d’arte Sacra” in estemporanea a Torremaggiore. Tra i lavori realizzati ci sono varie corone regali utilizzate per il Corteo Storico di Torremaggiore, eseguite  attenendosi fedelmente agli originali.

Dal 1990 pratica il tiro con l’arco (arco libero tipo longbow). In veste di arciere ha partecipato a molteplici manifestazioni nelle varie piazze d’Italia: Tra tutte ricorda volentieri la partecipazione alla trasmissione Rai Uno Mattina ( ’94) la Perdonanza  Celestiniana a L’Aquila (2000 e 2010), La Castellana D’Europa  a Caccamo in provincia di Palermo ( 1998), i giochi del Mare a Campomarino ( 2003), Raduno dei Cortei Storici  a Gravina di Puglia (2003), il Raduno Internazionale di Falconeria a Melfi ( dal 2002 al 2010), il Torneo dei quattro comuni organizzato dalla FITARCO ( 2003) classificandosi al 1° posto. È iscritto alla FIARC per imparare la tecnica di costruzione di frecce  mediante una accurata ricerca storica, e imparare le  tecniche di difesa, attacco, caccia e gare medioevali dal Sig. Celestino Poletti di Villalagarina (Trento): unico arciere a cavallo in Italia molte volte campione italiano nei vari Paesi dell’Est.

 

               Mi piace praticare il tiro con l’arco perché mi riporta alla storia e alle origini del nostro paese nel quale si fermarono gli ultimi passi di Federico II a Castel Fiorentino ove mori nel Dicembre 1250. Attualmente insegno tiro con l’arco a Torremaggiore nel fossato del locale castello ducale, l’uso di suddetto fossato mi è stato gentilmente concesso dal Sindaco grazie alla mia abilità e volontà di valorizzare il nostro castello”.

Pasquale Di Genova