ARCIERI TURRIS MAIOR | Chi siamo
495
page-template-default,page,page-id-495,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_non_responsive

Chi siamo

Il gruppo arcieri “Turris Maior” nato nel 2000, faceva capo al centro attività culturali “Don Tommaso Leccisotti” di Torremaggiore (FG) il quale, ogni anno organizza il corteo storico “Federiciano di Fiorentino e Palio delle Contrade”.

Il corteo, organizzato ogni anno nel mese di giugno in memoria dell’Imperatore Federico II di Svevia, nonché, Imperatore dei Romani e Re di Sicilia e di Gerusalemme riscuote un immenso successo grazie all’enorme partecipazione di figuranti e, indubbiamente, per gli abiti d’epoca perfettamente riprodotti e confezionati dal sarto, compianto, Vittorio Ricci dal 1984.

Secondo la profezia della Sibilla, proprio in agro di Torremaggiore, a Castel Fiorentino, lo “Stupor Mundi” vi trovò la morte. Tutt’oggi, è possibile visitare quelli che sono i resti archeologici del sito.

Il Corteo Storico é un  appuntamento per ricordare la distruzione di  Fiorentino e Dragonara, altro piccolo avamposto Svevo,  da parte  delle  truppe  di Papa Alessandro IV, poste sotto il comando del conte Ruggero Sanseverino, il 26  Ottobre  1255 ( Federico II era già morto da cinque anni ) e  la venuta  dei profughi  presso  il Casale ” Terrae Maioris ” che ormai esisteva dall’ anno Mille circa, per chiedere ospitalità e protezione all’Abate Leone, feudatario del luogo e fedele alla casa Sveva. Tale accoglienza, gli costerà la deposizione dalla carica!

Fu proprio in tale occasione che per allettare gli sventurati, furono offerti loro banchetti e giochi secondo le usanze dell’epoca: l’attuale Palio delle Contrade. In tale contesto si inseriscono gli arcieri, ognuno dei quali è assegnato ad una delle quattro Contrade del paese.

Il gruppo storico è composto da circa 40 soci/atleti tra i quali, alfiere, tamburini, balestrieri arcieri e cavalieri teutonici. Attualmente la nostra scuola di tiro è ospitata da un ramo del fossato del castello, quello nord da noi battezzato “Fossa degli Arcieri” che, nelle fredde serate d’inverno, con luci particolari crea, con l’enorme struttura sovrastante, un’atmosfera irreale e suggestiva.

Il gruppo nell ‘ottobre 2011, distaccandosi dal centro “Leccisotti” e dotandosi di un proprio statuto, ha assunto una propria autonomia/identità individuale costituendo un’associazione sportiva dilettantistica culturale, la A.S.D.Culturale Arcieri storici TURRIS MAIOR.

L’Associazione prende il nome da una delle cinque torri del castello ducale, conservato in ottima condizioni, in particolare da quella centrale, la più grande ed unica ad avere la pianta quadrata derivante dai resti di una prima fortificazione Normanna-Sveva, sorta prima dell’anno mille.